Consenso Informato per il Coaching Online

Prima di procedere alla prenotazione della sessione di coaching on line la invito a leggere con attenzione cosa prevede il Consenso Informato sul Coaching Online.
Nel dare il suo consenso dichiara di essere informato sui seguenti punti:
  1. la prestazione che mi è offerta è una sessione di coaching a distanza (primo colloquio o sessione “zero”) finalizzato a una prima valutazione delle mie esigenze, del tipo di servizio offerto e delle condizioni che lo regolano.
  2. Lo strumento di intervento principale è il colloquio.
  3. Il compenso per la prima sessione è di Euro 70,00 (settanta), comprensivi di ritenuta d’acconto del 2% (rivalsa contributo ENPAP, art. 8 d.l. 103/96) e di IVA (22%). Il pagamento è richiesto al momento della prenotazione del colloquio e può essere effettuato tramite Paypal o bonifico bancario.
  4. A valle del primo colloquio, nel caso intenda avviare un percorso di coaching mi verrà fornito un preventivo dettagliato con attività e costi da sostenere.
  5. Durante la sessione di coaching a distanza non saranno presenti vicino al sottoscritto e al coach altre persone. La sessione avverrà per entrambi in un luogo privato, riservato e in assenza di terzi non dichiarati.
  6. Per cancellare la prenotazione di una sessione di coaching online e annullare l’appuntamento, sarà necessario inviare una mail dall’indirizzo info@christiancolautti.it indicando nell’oggetto Cancellazione Sessione di Coaching Online e specificando il proprio nome e cognome. Il rimborso non è automatizzato pertanto il processo potrebbe richiedere qualche giorno. Per questioni organizzative la cancellazione della prenotazione deve avvenire 48 ore prima dell’appuntamento. Richieste di cancellazione pervenute con un preavviso inferiore alle 48 ore non saranno oggetto di rimborso.
  7. Il cliente si impegna a chiamare il coach all’orario convenuto e in caso di ritardo nel collegamento usufruirà del tempo rimanente.
  8. La relazione di coaching ha il suo fondamento nella richiesta del cliente e nel rispetto reciproco definito da precisi confini professionali e legali (ex L.4/2013 e ss.).
  9. Il coach avrà cura di mantenere la relazione di coaching entro limiti di tempo, di obiettivi e di contenuti tali da non creare sovrapposizioni indebite con professioni di altro tipo, anche ai sensi della Legge 4/2013.
  10. A valle del primo colloquio, nel caso intenda avviare un percorso di coaching, sono informato che coach e/o cliente possono proporre l’interruzione del rapporto professionale quando ravvisano l’inefficacia e l’inadeguatezza del percorso di coaching.
  11. Il coach è tenuto al segreto professionale mantenendo la riservatezza sulle prestazioni, sui loro contenuti anche relativamente all’esistenza della prestazione stessa.
  12. La raccolta dati sarà conservata e archiviata in conformità alle disposizioni vigenti.
  13. La rivelazione del segreto professionale è consentita solo con il consenso del cliente, evitando che ciò violi la riservatezza di altre persone.
  14. La violazione del segreto professionale è per il coach obbligatoria se richiesta dalle Autorità in casi di procedura giudiziaria.
  15. Nel caso di obbligo di testimonianza il coach limita allo stretto necessario il riferimento di quanto appreso in ragione del proprio rapporto professionale, ai fini della tutela del soggetto.
  16. Se il coach è anche psicologo, è vincolato al rispetto del Codice Deontologico degli Psicologi italiani.
  17. Per il Dr. Christian COLAUTTI è operante la copertura di Responsabilità Civile Terzi e Professionale / Spese Legali e Infortuni contratta dalla Cassa di Assistenza Mutua tra gli Psicologi Italiani per i suoi soci con la compagnia assicurativa  Allianz S.p.A. – Milano, polizza n. 78985735, periodo di copertura: dal 21/12/2017 al 31/10/2018, massimale euro 1.000.000 per evento/periodo
).